Futuro Prossimo!

Futuro Prossimo!

Dopo aver speso parole per uno scenario che come minimo potrebbe risultare sconsolante, vedi post del 18.10.2011, penso sia ora di promuovere un po’ di ottimismo presentando un paio di scenari che potrebbero cambiare il mondo ma in modo differente.

Fusione Fredda:

Sembra ci si sia arrivati!

Riporto per prima una notizia che se si rivelasse reale e se descrivesse un meccanismo realmente funzionante rappresenterà una sicura base per un cambiamento radicale della visione del mondo che abbiamo oggi. Parlo del E-CAT ovvero dell’Energy Catalyzer.

 

 

 

 

Se la Fusione Fredda sarà possibile come descritta (idrogeno + Nichel consumo 600Wh rendita 12.000 Wh), questi sono alcuni dei dati tratti dalla rete, direi che si potrebbe parlare di inizio di una nuova era. Per risultati più precisi non resta che attendere il prossimo collaudo, troverete maggiori informazioni sul sito: Energy Catalyzer.

Produzione e Stoccaggio dell’Idrogeno:

La seconda notizia è sulla possibilità di stoccare l’idrogeno. Per poter beneficiare dell’energia prodotta dalle fonti rinnovabili  quando queste non siano in grado di produrre (mancanza di insolazione, assenza di vento, etc.) è necessario stoccare l’energia prodotta per poterla utilizzare al momento del bisogno. Un ottimo mezzo è la produzione di idrogeno, che una volta consumato restituisce come prodotto di combustione acqua.

La ditta Electro Power System propone un generatore di idrogeno in grado di stoccarlo e in grado quindi di fornirci l’energia quando richiesta.

 

 

 

 

 

 

Lascio entrambi i link,

sia quello della società Electro Power System di Torino.

che quello della pagina di Wired che ha diffuso la notizia.

 

Conclusioni:

Sicuramente i due mezzi presentati potrebbero rivoluzionare il nostro rapporto con l’energia, d’altra parte la produzione su bassa scala, ovvero senza trasporto di energia per lunghi tragitti e senza impianti di grandi dimensioni, sembra sia la chiave per il futuro della produzione energetica. Come dire, meglio mettere in una città 1000/10000 impianti di produzione a basso impatto che due o tre grandi centrali termoelettriche.

Come sempre chi dovesse avere commenti, suggerimenti, idee è il benvenuto qui e sul forum dove è possibile proporre qualsiasi tipo di discussione sugli argomenti qui trattati.

Marco Pastorino

This entry was posted in Articoli, SlowArchitecture. Bookmark the permalink.

One Response to Futuro Prossimo!

  1. Pingback: Sembra Funzioni!!! | SlowArchitecture

Leave a Reply